Linea granulazione/rigenerazione monovite


MiReC130™

MiTeCh85™

MiTeCh130™

MiTeCh180™

Gli estrusori monovite MiReC™ e MiTeCh™ utilizzano viti d’estrusione monopezzo costruite sia in acciaio al cromo CrMo, con trattamento termico di nitrurazione, sia con riporto in lega antiusura e/o anticorrosione a secondo del materiale plastico trattato. I cilindri d’estrusione, costruiti in due pezzi, hanno un differente rapporto L/D a secondo del processo produttivo al quale sono destinati e possono essere termostatati sia ad aria, tramite l’utilizzo di elettroventilatori, sia ad acqua/olio tramite l’uso di una apposita centralina di termostatazione. I materiali base per la costruzione dei cilindri sono speciali acciai al cromo CrMo, sottoposti a trattamenti termici di nitrurazione, oppure acciai bimetallici con riporti in lega antiusura e/o anticorrosione fino a 3 mm. di spessore. Per la serie MiTeCh™ una speciale soluzione adottata sulle bocchette di alimentazione, raffreddate ad acqua con possibilità di controllo della temperatura nella zona di raffreddamento, garantisce un incremento produttivo pari al 15%-20% in più rispetto a tradizionali macchinari dello stesso tipo.

Gli impianti di granulazione, rigenerazione e compound di tipo monovite possono essere forniti sia con sistema di alimentazione forzata, per materiali aventi densità apparente tra i 0,05 kg/dmc e i 0,35 kg/dmc, sia con sistemi di dosaggio volumetrici e/o gravimetrici per materiali con densità superiori.

Per prodotti a bassissima densità apparente, tra 0,010 kg/dmc. e 0,08 kg/dmc quali filati, prodotti espansi, tessuto-non-tessuto, etc.etc., vengono impiegati speciali sistemi di alimentazione/compattazione ad alta produttività muniti di sistema autonomo di raffreddamento.

In relazione alla tipologia del termoplastico trattato, si possono utilizzare diversi sistemi per la produzione dei granuli: a) con taglio in testa ad acqua, a totale immersione o con anello di distribuzione esterno, b) con taglio in testa ad aria c) con sistema a spaghetti con vasca di raffreddamento e taglierina a lame in linea.

Per la rigenerazione di materiali che provengono da impianti di lavaggio si utilizzano particolari estrusori con rapporti L/D fino a 54 DD muniti di sistemi plurimi di degassaggio ( due o tre ) per la totale evacuazione di solventi, monomeri e soprattutto per l’eliminazione dell’umidità residua ancora presente nel materiale da granulare, umidità quantificabile intorno al 7% ÷ 8%.

Per la rigenerazione di materiali a base poliammidica, poliesteri o stirenici si utilizzano estrusori con rapporti L/D da 41 DD con singolo sistema di degassaggio ad alto rendimento posizionato lateralmente.