Impianti con estrusore bivite corotante


BiReC60™

BiReC70™

BiReC90™

BiTeCh70™

BiTeCh70/44DD™

BiTeCh90/44DD™

BiTeCh90/48DD™

BiTeCh110™

Gli estrusori bivite corotanti della serie EBB BiTeCh ™ e EBB BiReC ™ utilizzano cilindri modulari e viti di estrusione componibili, a settori autopulenti, montati su alberi scanalati.

I cilindri a settore, di differente rapporto L/D secondo il tipo di processo produttivo al quale sono destinati, possono essere termostatati ad acqua, ad olio o ad aria e vengono costruiti utilizzando speciali acciai al cromo oppure, in alternativa, acciai bimetallici con riporti antiusura e/o anticorrosione. In alcuni casi possono essere muniti di speciali bussole interne, estraibili ed intercambiabili, costruite in acciaio temprato a cuore ad elevata resistenza all’usura.

Sfruttando appieno il principio della modularità, gli estrusori bivite possono essere cosi configurati in maniera tale da ottimizzarne l’impiego in funzione delle applicazioni cui sono destinati.

I settori che compongono un cilindro d’estrusione possono essere brevemente cosi elencati:

Modulo alimentazione: il cilindro è munito di una bocca di alimentazione adatta anche all’eventuale applicazione di una tramoggia compattatrice per materiali a bassa densità apparente. Sulla vite, in questa zona, vengono montati speciali settori con profilo atto a garantire elevate capacità di trasporto, soprattuto nel caso in cui l’estrusore fosse fornito di un sistema di alimentazione forzata tramite compattatore verticale.

Modulo standard: all’interno di questo tipo di cilindri si trasporta, si riscalda e si fonde il termoplastico introdotto nell’estrusore. Sulla vite, in queste zone, vengono montati elementi di trasporto, di miscelazione ed omogenizzazione con profili compatibili al materiale processato.

Modulo degassaggio/sfiato: i cilindri sono dotati di speciali camini di scarico, sia sottovuoto che a pressione atmosferica. In concomitanza delle cave di degassaggio, la vite si presenta con uno specifico profilo atto ad agevolare l’espansione e l’evacuazione dei gas, dei vapori e di tutte quelle frazioni volatili che si formano durante la lavorazione.

Modulo alimentazione laterale: i cilindri sono predisposti per l’introduzione laterale (o verticale) di prodotti in polvere, di resine e/o di liquidi. I moduli risultano essere differenti tra di loro in funzione degli additivi che dovranno essere processati. Anche in questo caso si adeguerà il profilo della vite in funzione dei prodotti introdotti.